martedì, febbraio 10, 2009

Torta alle carote, mandorle ed arancia

Provare nuovi metodi di cottura è la mia passione...quindi dopo aver preparato un classico impasto dolce da "schiffare" in forno...ecco che mi inizia a solleticare una idea, una irrinunciabile idea! Il composto è abbondate così dopo aver infornato la classica tortiera fra le serpentine del mio forno elettrico è la volta delle mezzesfere siliconate nell'astronave JETChef 369. Risultato soprendente! Una semplice glassa all'arancia ed in venti minuti siamo pronti per far merenda!
Per la torta alle carote,mandorle ed arancia (x18 pers ):
375g di carote grattate e strizzate
180g di mandorle
200g farina 00
120g biscotti secchi
11 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 arancia (scorza + succo)

Preparazione:
Frullare insieme le mandorle con la farina e i biscotti secchi. A parte sbattere i tuorli con metà dello zucchero. Aggiungere al composto secco il lievito setacciato. Incorporare le carote nei tuorli e zucchero, unire la parte secca gradatamente. Aggiungere la zest di arancia ed il succo filtrato. Montare a neve gli albumi con il restante zucchero ed incorporarli stemperando prima con un piccolo quantitativo e poi aggiungendo la restante parte mescolando dal basso verso l'alto per non far smontare l'impasto.

Ora le strade potrebbero dividersi:
- o infornate a 170° per una quarantina di minuti
- o infornate nel microonde modalità combinata: 180° C, 160W per 16/18 minuti.
Terminate il dolce con una glassa di zucchero ottenuta mescolando dello zucchero a velo con succo di arancia. Con un cinque punte ricavate dei filetti di carota, asciugati e passati nello zucchero semolato. Potreste altrimenti mettere da parte un po di acqua delle carote e fare la glassa con quel liquido. A me è venuto in mente solo dopo e non ho fatto in tempo a provarlo!

4 commenti:

CoCò ha detto...

Tipo Camille? Ottime anche se per me la cottura tradizionale resta il top

Babs ha detto...

Complimenti, complimenti e ancora complimenti! questa me la copio e incollo. bravissima!

Marilì di GustoShop ha detto...

Mi stai quasi convincendo a comprarmi gli atrezzi "proibiti" !!! Arriverà anche il tempo per quello, lo so, intanto infilo i tuoi post come perle di una collana che forse domani indosserò. ;-)

Anonimo ha detto...

Ottimo risultato!Provatelo a farlo con il Crisp..anche io ho il JT 369 ed è veramente una meraviglia!!