martedì, maggio 22, 2007

Yogurt gelato con calde nespole profumate


...Avevo nel frigo lo yogurt della latteria e delle nespole...

Volevo lasciare il più neutro possibile il sapore dello yogurt (quello dell'Antica latteria dei fratelli Zena a Viterbo è straordinario e sarebbe stato un peccato coprirlo con altri sapori!) ...però mi sembrava troppo dietetico il solo gelato..così ho subito rimediato aggiungendo alla base delle nespole spadellate al miele di trifoglio e cardamomo (il caldo delle nespole fa sciogliere appena il gelato :P)...sopra un altra piccola cucchiaiata di nespole, una spolverata granella di nocciole ottenuta facendo un semplice croccante con nocciole tostate e zucchero, fatto raffreddare e pistato con qualcosa di pesante (è un ottimo rimedio contro l'ansia degli esami che comincia a farsi sentire!) e poi due lingue di gatto per accompagnare. Il risultato è stato meraviglioso...il gelato è venuto ottimo e le nespole calde mi hanno fatto ricordare la squisita marmellata che faceva mia nonna con quelle del suo albero!

Vi riporto qui sotto la ricetta del gelato allo yogurt e delle lingue di gatto:

Per il Gelato allo Yogurt:
Ingredienti280 g di yogurt bianco intero; 1,2 dl di panna liquida fresca; 80 g di zucchero; 1 cucchiaio di succo di limone Versate la panna liquida in una casseruolina, aggiungetevi lo zucchero e fatela scaldare, mescolando, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Ritiratela dal fuoco e lasciatela raffreddare. Unitevi il succo di limone filtrato, mescolate con cura e amalgamatevi anche lo yogurt. Mettete il composto nella gelatiera e lasciatelo montare per 25 minuti quindi travasatelo in una vaschetta e tenetelo per qualche ora nel freezer.

Le Lingue di gatto:
Ingredienti60 g di farina 00; 60 g di burro morbido; 60 g di zucchero a velo; 2 albumi d'uovo a temperatura ambiente; 1 bustina di vainillina Accendete il forno a 200°. Mettete il burro a pezzetti in una ciotola, unitevi lo zucchero a velo setacciato e la vainillina e lavoratelo con il cucchiaio di legno fino ad averlo gonfio e cremoso. Battete molto leggermente, non a neve, gli albumi [è essenziale che siano a temperatura ambiente] con una forchetta e, poco alla volta e servendovi della forchetta, amalgamateli al composto di burro e zucchero. Infine, con un cucchiaio di legno, incorporate delicatamente anche la farina, fatta scendere da un setaccino, senza lavorare troppo il tutto. Foderate una placca con la carta da forno. Mettete il composto nella sac à poche con la bocchetta liscia da 1/2 cm e deponete sulla placca dei bastoncini di pasta lunghi circa cinque cm distanziandoli di quattro-cinque cm perché, durante la cottura, si allargano molto. Mettete la placca nel forno e lasciate cuocere i biscottini per circa otto minuti, fino a quando avranno preso colore lungo tutto il bordo, rimanendo chiari all'interno. A cottura ultimata, sfornateli e staccateli subito con una spatola, lasciandoli raffreddare su una gratella

5 commenti:

cat ha detto...

'spetta che vado subito in cucina a tuffare un po' di nespole nello yogurt bianco magro, così, anche se a dieta, fissando la tua foto mi illuderò di gustarmi questa copa goduriosa! saluti golosi cat

Tulip ha detto...

Vorrei cimentarmi anche io con il gelato..ma non ho la gelatiera!!

angie ha detto...

gnam gnam gnam uno di questi giorni mi sa che ti copio la ricetta!

chiara ha detto...

Grazie per i compliementi!!
Tulip prova a farlo senza gelatiera...certo è un po laborioso ma il risultato non è male...devi solo ricordarti di andare a mescolarlo ogni 40' circa!

SenzaPanna ha detto...

pensavo che avessi fatto il cioccomenta :-))))

Tulip, io lo faccio senza gelatiera, metodo antico copiato dal talismano della felicità, come ha detto Chiara